1

slogan

"Lascia che ti racconti di un posto da qualche parte su a New York dove la gente è allegra e passa la notte a ballare. Tutti si sentono meglio passando la notte a ballare."
Sam Cooke, "Twisting the Night Away"
 

Sondaggi

Quale libro preferisci?
 

Chi è online

 2 visitatori online

Benvenuti nel sito di Danilo Arona

Danilo Arona, padre nobile del Fantastico italiano

PDFStampaE-mail

Articolo originale tratto da "L'Indice" - Leggi qui

A fronte di prodotti d'importazione di qualità molto varia, è bene ricordare che il Fantastico italiano ha una storia di tutto rispetto: e uno dei suoi padri nobili è senz'altro Danilo Arona. La sua produzione ricchissima nel corso degli anni rende difficile persino una precisa mappatura, divisa com'è tra decine di marchi e a cavallo tra edizioni librarie e da edicola. Una quarantina malcontata di opere, per non parlare della miriade di testi apparsi solo sul web: oltretutto una produzione da un lato saggistica (come nel caso dei suoi studi pionieristici sul "Fantacinema"), dall'altro di romanzi e racconti, ma che spesso finisce con l'ibridare le due forme attraverso una ricetta personalissima per la quale parlare di romanzo-saggio rende solo parzialmente l'idea. Ricercatore di frontiera su fenomeni "anomali" e leggende metropolitane, Arona dà così corpo nei suoi scritti a un flusso visionario di storie a cavallo tra realtà interiore (personale o condivisa), mito e pura fiction...

Leggi tutto...

 

Recensione KM 98 su "Oggi"

KM98 ARONA2

2C0Z9468'La mia passione per il fantastico è nata, non poteva essere diversamente, al cinema. Complice una mia indimenticabile zia che nutriva un insano amore per il giallo e l'horror e, di nascosto dal marito, trascorreva molti dei suoi pomeriggi al cinema quando si proiettava qualcosa in tema. Io, ragazzino di pochi anni, ero il suo alibi, E così mi vidi, ancor prima di frequentare le elementari, Il mostro della laguna nera, Il figlio di Frankenstein e, quel che più conta, Psycho all'età d'undici anni . II film era vietato, ma, non so come, la zia mi fece entrare. Da allora, al cinema perlomeno, tutto fu diverso, e anche per buona parte della mia vita, soprattutto a proposito di alcune scelte professionali'. Così Danilo Arona in una recente intervista a proposito delle sue 'origini'. Produttore di opere assolutamente personali che si propongono di scandagliate la 'Twilight Zone' tra realtà ed immaginario, Danilo è uno dei decani della critica cinematografica italiana specializzata ed ha fatto parte più volte delle giurie internazionali dei Festival dedicati al cinema fantastico. Di lui Daniela Catelli ha scritto: 'uno scrittore di talento che dalla provincia, da sempre osservatorio privilegiato di realtà oscure, sembra sia riuscito a trovare la porta segreta che comunica con altre dimensioni'.

imghp

Informativa sull'uso dei cookies