1

slogan

"Lascia che ti racconti di un posto da qualche parte su a New York dove la gente è allegra e passa la notte a ballare. Tutti si sentono meglio passando la notte a ballare."
Sam Cooke, "Twisting the Night Away"
 

lautunno-di-montebuio cover300L'AUTUNNO DI MONTEBUIO

con Micol Des Gouges

Edizioni Nero Cafè

Uscita: novembre 2012

Il 1962 fu un anno di svolta, unico. Anche tragico. In quei mesi moriva Marilyn, nascevano i Beatles e nelle sale usciva il primo film di James Bond. E una generazione di bambini, o poco più, sentiva parlare di guerra fredda, della grande e bellissima isola di Cuba, di missili e di blocco navale. E di guerra atomica. Ma, soprattutto, vedeva una cosa mai vista prima: la paura, anzi il terrore, negli occhi degli adulti. E qualcosa, senza che gli adulti se ne rendessero conto, andava sgretolandosi nel loro mondo di fanciulli.

La storia comincia in un piccolo paese, Montebuio, 900 metri di altitudine sull'Appennino Ligure. Trentadue abitanti che si conoscono da sempre. E, per qualche motivo non facilmente comprensibile, trentadue da sempre. Una minuscola comunità, all'apparenza tranquilla. All'apparenza, appunto. Perché Montebuio è sovrastato, oltre che dal monte omonimo, da un'orribile colonia di epoca fascista ora abbandonata, un imponente e lugubre edificio che eccita la fantasia di tutti. Dopo una stranissima estate, quella del 1962, che lascia ancora dietro sé misteri non spiegati, i tre bambini protagonisti - la voce narrante Lisetta, l'irritabile Ettore e il pauroso Santino - ricominciano la vita di sempre: scuola, giochi in piazza, missioni esplorative nei dintorni di Montebuio.

Ma quello che vivono non è un ottobre come tutti gli altri. Perché, a partire da sabato 20 ottobre, le giornate dei ragazzini iniziano a essere scandite da terribili telegiornali, da notizie gravissime, dal silenzio tetro degli adulti e da false rassicurazioni. Il trio sente parlare di missili, di ordigni, di America, Russia e Cuba, di capitalisti e comunisti. Notizie di distruzione e di morte, dello scoppio imminente di un conflitto mondiale. Giorni che passeranno alla storia: mai il mondo si troverà tanto vicino alla follia di una guerra nucleare. La crisi dei missili di Cuba. Ma non è solo questo clima di paura che devono affrontare i tre amici. Cose ben più strane e terrificanti accadranno nel paese. Perché la paura, al suo picco, è in grado di materializzare i terrori del mondo quotidiano. E anche quelli del Mondo di Fianco. Così i missili verranno lanciati e voleranno in direzione di Montebuio.

Il secondo capitolo di una saga destinata a durare a lungo. Con l'esordio di una giovanissima e intrigante scrittrice: Micol Des Gouges.

MIcol

Informativa sull'uso dei cookies